Prodotti Alimentari

Come avere una produzione di etichette flessibile?

Il digitale è la risposta per tagliare i costi e sprechi di etichette, eliminare i quantitativi minimi di acquisto, azzerare i tempi di attesa, i costi di magazzino e i costi di impianto per ogni produzione. Basta una stampante digitale di etichette a colori on demand idonea alle proprie esigenze di produzione.

Gli obblighi in etichetta

L’etichettatura degli alimenti confezionati è disciplinata nel Regolamento UE 1169/11. In essa vengono esposti gli obblighi informativi e l’utilizzo corretto dell’etichetta nutrizionale, applicata sui diversi prodotti confezionati.

Tra questi rientrano:

  • tabella nutrizionale: valore energetico, grassi, acidi grassi saturi, carboidrati, proteine, zuccheri e sale, riferiti a 100 g o 100 ml di prodotto;
  • allergeni: evidenziati con grafici, colori o sottolineature;
  • leggibilità e chiarezza delle indicazioni: dimensione minima dei caratteri 1,2 mm;
  • data di scadenza: riportata su ogni singola porzione preconfezionata oltre che sulla confezione esterna;
  • paese d’origine o il luogo di provenienza dei prodotti;
  • lingua di origine del paese consumatore finale: in caso di esportazione, del paese di destinazione.

Tale normativa ha determinato una crescente esigenza di frammentare i quantitativi di etichette stampate per singola referenza di alimento, riducendo la possibilità di eventuali stampe in eccesso di etichette adesive nutrizionali. 
Per la stampa delle etichette per alimenti Finlogic consiglia alcune stampanti digitali in bobina le quali consentono soluzioni di stampa economiche, funzionali e performanti, per la stampa di etichette in piccola tiratura. Stampanti e materiali consigliati per l’etichettatura degli alimenti confezionati