NEWSNews Istituzionali

Nuovo passaporto Europeo per le piante

By 20 Aprile 2020 Aprile 21st, 2020 No Comments
passaporto-piante

Tutte le novità introdotte dal Passaporto delle Piante

La normativa in fatto di etichette del settore florovivaistico aggiornata a dicembre 2019

Il Mipaaf (Ministero delle politiche agricoli, alimentari e forestali) ha recepito la normativa Europea in fatto di etichette, collarini e cartellini per piante e fiori.

La direttiva europea introduce l’obbligatorietà del Passaporto delle Piante: una vera e propria carta d’identità della pianta (che si traduce in una etichetta identificativa del vegetale) necessaria per la sua movimentazione e commercializzazione.

Che cos’è il Passaporto delle Piante

Il Passaporto delle Piante è un’etichetta ufficiale ed obbligatoria che rilascia il produttore o il vivaista che serve ad attestare l’origine dei vegetali e l’assenza di organismi nocivi. Essa è valida all’interno della UE e, con alcune limitazioni, anche per la Svizzera.

L’autorizzazione al rilascio del Passaporto delle Piante si ottiene da parte del Servizio fitosanitario competente per centro aziendale.

 

Richiedi un preventivo

 

Quali informazioni devono contenere le etichette delle piante

Le informazioni da riportare obbligatoriamente sull’etichetta Passaporto della Pianta devono rispettare i seguenti dettami:

  • essere facilmente identificabili e leggibili;
  • riportare nell’angolo in alto a sinistra la bandiera dell’UE (a colori o in bianco e nero);
  • avere la scritta in alto a destra “Passaporto delle piante (nella propria lingua) – Plant Passport”;
  • riportare tutti i dettagli utili ad identificare la specie di appartenenza del vegetale e il luogo di provenienza;
  • riportare altre informazioni necessaria per la tracciabilità, quali il numero di registrazione al RUOP, la Sigla della Provincia + n° progressivo centro aziendale, il codice di tracciabilità aziendale, la Sigla del Paese di origine.

Tutte informazioni raccolte e specificate nell’Allegato del Regolamento di esecuzione UE 2017/2313.

Ogni codice a barre collegato alla pianta deve, quindi, contenere un suo riepilogo informativo che specifichi tutte le informazioni necessarie alla corretta identificazione della pianta.

Stampare correttamente il Passaporto delle Piante

Finlogic da sempre è al fianco dei suoi clienti nell’adattamento e rispetto delle norme comunitarie e nel proporre soluzioni funzionali per raggiungere e soddisfare gli obiettivi di identificazione e tracciabilità delle merci.

Disponiamo di varie opzioni di stampanti digitali UV e di stampanti stand alone per la personalizzazione, nonché di un amplissimo catalogo di etichette, neutre o prestampate, ideali alla stampa delle nuove etichette di identificazione per le piante.

Normalmente, i cartellini ed etichette per le piante sono realizzati in materiale Peppart 145 my e/o in materiale plastico. Grazie alle soluzioni di stampa proposte da Finlogic è possibile realizzare etichette stampate a 2, 3 o più colori, realizzando diverse varianti con parti variabili modificabili nelle quantità di cui si ha bisogno.

I servizi di Finlogic per soddisfare la stampa di etichette per passaporto piante: