Finlogic M&A: le priorità strategiche per consolidare la leadership

By 12 Dicembre 2018 News Istituzionali

Acquisizioni e partnership dell’azienda: l’intervista a Dino Natale, CEO di Finlogic

Finlogic archivia il primo semestre 2018 con risultati superiori alle attese e punta alla crescita investendo in nuove acquisizioni e partnership. Nell’ ultima intervista a Marketinginsight.it, il CEO di Finlogic Dino Natale, dichiara “Sviluppare le acquisizioni per consolidare la leadership è il nostro obiettivo. Per accelerare il percorso di sviluppo e diventare il gruppo di riferimento in Italia nel settore della identificazione automatica è necessario anche far leva sulla componente esogena, dalle acquisizioni alle partnershipEcco dunque le priorità a cui il gruppo sta lavorando per diventare leader nel paese e migliorare progressivamente la redditività per merito di efficienze e sinergie.

Natale prosegue: “Siamo la prima realtà italiana nel settore dell’identificazione automatica, dalla produzione di etichette alle tecnologie barcode, transitando dai software che permettono la tracciabilità. Uno spettro di attività esteso e rafforzato con le ultime acquisizioni. Siamo leader in un mercato molto frammentato ed abbiamo le risorse per avere un ruolo di primo piano nel consolidamento in atto”.

Questo in quanto, prosegue il Ceo di Finlogic, “Ci sono più di 500 produttori di etichette autoadesive nel Paese, ed un numero più che doppio di integratori e system integrator di tante piccole realtà”. Ed è anche per tutto ciò che “gran parte dei nostri investimenti sono mirati ad acquisire la maggioranza nelle società che riteniamo interessanti, lasciando però al fondatore della società acquisita un ruolo centrale nella governance in quanto coinvolto nei progetti del gruppo”.

Anche Euroetik tra gli accordi di partnership

Il percorso di crescita che abbiamo intrapreso, puntualizza Natale, “prevede il supporto di accordi e partnership come testimonia quello siglato di recente con Euroetik, che ci ha dato l’esclusiva della commercializzazione all’estero di sistemi automatici per l’applicazione di etichette”.

L’azienda lombarda in questione è infatti specializzata nella progettazione e costruzione di macchine etichettatrici, con o senza l’integrazione di stampanti termiche, sfogliatori e dispositivi pick & place per prodotti piani, sistemi di trasporto e impianti speciali di etichettatura.

Questo accordo siglato, spiega il ceo di Finlogic, “ci affida la gestione e finalizzazione dei contratti di vendita con tutti i clienti esteri di Euroetik, nonché la promozione e lo sviluppo di tutti i suoi prodotti in tutti i Paesi europei”. Un contratto che “ci consentirà quindi di “ampliare la sua presenza commerciale su quasi tutti i paesi europei e sviluppare sinergie, ma anche cross selling, veicolando sugli stessi interlocutori di business anche la tradizionale offerta di prodotti per l’etichettatura e consumabile, ribbon”.

A gennaio erano state acquisite anche Tecmark e Multitec e poi il gruppo ha messo a segno altre due acquisizioni con una quota del 51 per cento: Mobile Project, che sviluppa soluzioni specifiche per i dispositivi portatili e per il mondo aziendale, e Irideitalia, specializzata nell’identificazione automatica del magazzino e sviluppo software per la gestione del dato variabile tramite terminali.

Conclude Natale: “Siamo molto soddisfatti della forte crescita dei risultati del primo semestre 2018, in linea con le attese e con un trend migliore rispetto al mercato di riferimento, grazie al dinamismo operativo e commerciale, all’innovazione e alla presenza capillare sul territorio che caratterizzano il nostro Gruppo”.